RITA

La COVIP ha emanato la Circolare relativa all’applicazione della RITA

La COVIP ha pubblicato oggi sul proprio sito internet la Circolare con la quale fornisce ai fondi pensione chiarimenti e indicazioni in ordine all’applicazione della RITA (rendita integrativa temporanea anticipata), disciplinata nella legge di bilancio per il 2018, che risulta pertanto immediatamente operativa.
Con tale Circolare la COVIP ha in particolare precisato i requisiti da possedere al momento dell’istanza per ottenere la rendita anticipata, la documentazione idonea a comprovare i suddetti requisiti, le modalità e periodicità di erogazione della rendita (non superiore al trimestre), le modalità di gestione del montante residuo nell’arco temporale di erogazione della rendita, le prerogative riconosciute all’iscritto che ha esercitato tale facoltà (anche in termini di revocabilità della scelta), i presidii informativi che i fondi pensione devono
assicurare ai lavoratori che decidono di avvalersi di tale prestazione.
La RITA si inserisce in un quadro ordinamentale in cui la previdenza complementare, accanto alla principale funzione di integrazione del trattamento pensionistico di base, contribuisce al soddisfacimento di bisogni di protezione sociale nell’ultima parte della vita attiva, bisogni resi più acuti dalla perdita di lavoro ad un’età avanzata ma non ancora sufficiente per conseguire il trattamento pensionistico obbligatorio. La RITA perciò offre un’ulteriore opportunità, rispetto a quelle già esistenti, agli iscritti che cessino l’attività lavorativa – ovvero che risultano inoccupati per un determinato arco temporale – in prossimità dell’età per il pensionamento di vecchiaia (5 o 10 anni a seconda dei casi), evitando loro di dover riscattare in capitale il montante accumulato e consentendo di percepire una rendita fino all’età di pensionamento.


11 giugno 2018

Per prendere visione dei moduli sulla RITA accedi alla sezione “Modulistica aderenti”